Policlinico "L. Di Liegro"

Per Risk Management si intende la gestione del rischio e per poter gestire tale rischio, sono necessarie le conoscenze adeguate a prevenire gli errori, valutare i rischi, analizzare le situazioni, pianificare le attività formative e di aggiornamento continuo del personale sanitario. Il rischio clinico è la probabilità che un paziente sia vittima di un evento avverso, cioè, subisca un qualsiasi danno o disagio imputabile, anche se in modo involontario, alle cure mediche prestate durante il periodo di degenza, che causa un prolungamento del periodo di permanenza nella struttura sanitaria e quindi un peggioramento delle condizioni di salute o la morte.

Il Policlinico “L. Di Liegro” per prevenire l’errore medico utilizza strumenti che consentono, attraverso un processo graduale, di identificare, valutare, comunicare, eliminare e monitorare i rischi associati a qualsiasi attività sanitaria. A questo scopo si è impegnato nella promozione di una cultura del rischio fondata sulla convinzione che gli errori rappresentano, se adeguatamente ponderati e analizzati, preziose opportunità di miglioramento e correzione delle prassi operative. La conoscenza dei problemi collegati al rischio sono finalizzati al miglioramento dell’organizzazione stessa. Infatti, gestire il rischio significa anche migliorare la qualità delle cure.

Parlare di qualità delle cure oggi significa parlare non solo di efficienza e di efficacia delle prestazioni, ma anche e soprattutto di sicurezza del servizio offerto. Tra le attività pianificate sono previsti corsi di formazione sulla gestione del rischio clinico dedicati a tutto il personale del Policlinico durante i quali gli operatori sanitari, il personale di supporto e il personale amministrativo viene addestrato a riconoscere il rischio e ad evitarlo.

Presso il Policlinico è attivo il Comitato per il Controllo delle Infezioni Ospedaliere (CC.ICA), sotto la responsabilità della Direzione Sanitaria.

Il CC.ICA si prefigge i seguenti obiettivi:

  •  ridurre il numero di Infezioni Ospedaliere prevenibili nei pazienti ricoverati;
  • garantire una sorveglianza attiva e mirata, intesa come raccolta continua di informazioni, analisi dei dati, elaborazione di interventi correttivi e valutazione dei risultati;
  • monitorare l’andamento delle Infezioni Ospedaliere;
  • monitorare la diffusione di microrganismi multi – antibiotico resistenti all’interno dell’Ospedale;
  • controllare il consumo degli antibiotici, anche attraverso la scelta di schemi di profilassi antibiotica perioperatoria e di trattamenti antibiotici empirici;
  • scegliere ed elaborare strategie di lotta contro le infezioni, controllandone successivamente l’attuazione;
  • curare la formazione specifica del personale medico, infermieristico, tecnico e della riabilitazione.

    Il Sistema integrato di Gestione del Risk Management monitora i seguenti indicatori:

  • Prevalenza Infezioni Correlate all’Assistenza (ICA)
  • Prevalenza LDP
  • Incidenza Cadute
  • Incidenza infezioni da CD
  • Analisi consumo antibiotici

Le strutture sanitarie accreditate con il SSN sono soggette al diritto di accesso civico in relazione ai dati relativi allo svolgimento dell’attività di assistenza sanitaria.

La richiesta deve essere circostanziata al fine di consentire alla struttura di individuare con certezza il dato richiesto, si rappresenta che non saranno accolte richieste generiche.

Nel rispetto delle Linee Guida relative all’accesso civico emanate dall’ ANAC saranno respinte le richieste non limitate a singoli documenti ma un numero eccessivo di essi, che imporrebbe un aggravio di lavoro per l’ufficio amministrativo tale da pregiudicare la normale attività amministrativa della struttura.

Risk Manager:

Francesco Quirini Zannini

Risk Management